© TEXILSERVICE s.r.l. socio unico

Via Tommaso da Cazzaniga 9/4, 20121 Milano

tel +39 02 86465011 fax +39 02 86465009;

trib. Milano n. 24887516559/25 p.iva 07926050159

c.c.i.a.a. Milano n. 1193242 capitale sociale int. vers. euro 115.000

09-10-11 luglio 2019

Rho Fiera Milano

PICCOLO GLOSSARIO DEL CAPPELLO

BASCO:  BERRETTO TONDO E FLOSCIO, CHE SI PUÒ ANCHE METTERE IN TASCA ED È PRATICAMENTE INDISTRUTTIBILE. LO SI CONSIDERA ORIGINARIO DEI PAESI BASCHI - DA QUI IL SUO NOME - MA IN REALTÀ SEMBRA CHE SIA STATO PORTATO IN SPAGNA DA MERCANTI GRECI E ROMANI NELL’ANTICHITÀ. NEL NOSTRO SECOLO È DIVENTATO UN COPRICAPO CASUAL; IN FRANCIA LO CONSIDERANO UN TIPICO INDUMENTO “DAL TOCCO FRANCESE”.

BOMBETTA: CAPPELLO RIGIDO DI FELTRO, CON LA CALOTTA A CUPOLA A FALDE STRETTE VOLTE ALL’INSÙ. È CONSIDERATO UN CAPPELLO  DA INDOSSARE SUL TERRENO DELLE CORSE DEI CAVALLI, MA È DIVENTATO ANCHE UN SIMBOLO DELL’ABBIGLIAMENTO TIPICO INGLESE. 

BORSALINO: CAPPELLO FLOSCIO A TESE NON LARGHE, PRENDE NOME DALL’OMONIMA CAPPELLERIA PIEMONTESE. TUTT’ORA IN USO, CONSIDERATO UNA COPRICAPO MASCHILE DI NOTEVOLE ELEGANZA, DIVENNE PARTICOLARMENTE FAMOSO IN OCCASIONE DEL FILM OMONIMO INTERPRETATO DA ALAIN DELON. 

CILINDRO: CAPPELLO RIALZATO CON LA PARTE SUPERIORE UNIFORMEMENTE PIATTA, CON UNA TESA LARGA, E CON UNA FASCIA OPACA, TIPICO DELL'ABBIGLIAMENTO DEL XIX E DELLA PRIMA PARTE DEL XX SECOLO. LA LINEA DEL CILINDRO È GENERALMENTE DEFORMATA, CON LA PARTE CENTRALE PIÙ STRETTA RISPETTO ALLE ESTREMITÀ. OGGIGIORNO VIENE INDOSSATO SOLTANTO CON VESTITI FORMALI, COME IL TIGHT O IL FRAC. 

COLBACCO: COPRICAPO PREVALENTEMENTE MILITARE, MA USATO ANCHE DAI CIVILI, CON RIVESTIMENTO DI PELLICCIA, A FORMA DI TRONCO DI CILINDRO O DI CONO, CARATTERISTICO DEI POPOLI RUSSI, ARMENI, TURCHI E AFGHANI 

COPPOLA: BERRETTO DI  VELLUTO CON LA VISIERA INCORPORATA, TIPICO DEI CAMPIERI ( I GUARDIANI DEI FEUDI SICILIANI) E POI SIMBOLO DEL MAFIOSO. 

GIBUS: CAPPELLO ALTO E RIGIDO, PROVVISTO DI UNA MOLLA INTERNA. PUÒ ESSERE APPIATTITO: UNA SEMPLICE SPINTA DELLE DITA FA SCATTARE LA MOLLA E LO PORTA ALLA FORMA NORMALE. PRENDE IL NOME DAL SUO INVENTORE, GIBUS, CHE EBBE QUESTA TROVATA NEL 1835. TIPICO CAPPELLO DA CERIMONIA, DA PARECCHI ANNI È CADUTO IN DISUSO. 

FELTRO: I CAPPELLI POSSONO ESSERE IN PELLICCIA, DI PAGLIA, DI SETA, DI VELLUTO ECC., MA I PIÙ DIFFUSI SONO CERTAMENTE QUELLI IN FELTRO.  IL FELTRO PUÒ ESSERE DI LANA E DI PELO: NEL PRIMO CASO SI UTILIZZANO SOPRATTUTTO LE LANE DELLE PECORE, DELLE CAPRE, DEI MONTONI, DEI CAMMELLI; NEL SECONDO CASO A FORNIRE IL PELO SONO LA LEPRE, IL CASTORO, LA LONTRA E SOPRATTUTTO IL CONIGLIO. LA LAVORAZIONE DEL FELTRO È COMPLESSA: IL PELO O LANA VENGONO SOFFIATI  PER LIBERARLI DALLE IMPURITÀ; VENGONO MESCOLATI E AGGLUTINATI IN PROPORZIONI DIVERSE A SECONDA DEL MATERIALE CHE SI VUOLE OTTENERE; VENGONO IMBASTITI, CIOÈ PROIETTATI CONTRO UN CONO METALLICO BUCHERELLATO, E A VOLTE ANCHE TRATTATI CON SOSTANZE CHIMICHE PER CONFERIRE LORO IMPERMEABILITÀ E MAGGIORE O MINORE DUREZZA E CONSISTENZA. I CAPPELLI DI FELTRO DI PELO POSSONO ESSERE RASATI O PELO LUNGO. SI PRESUME CHE IL FELTRO SIA STATO LAVORATO FIN DAI TEMPI DI SPARTA E CERTAMENTE ERA GIÀ USATO NEL  MEDIOEVO. 

PAGLIETTA: CAPPELLO DI PAGLIA RIGIDO DI FORMA OVALE, A FONDO PIATTO. IN FRANCESE SI CHIAMA CANOTIER, PERCHÉ ERA APPUNTO USATO ALL’INIZIO DEL NOVECENTO DAGLI UOMINI CHE ANDAVANO IN BARCA SUL FIUME E FREQUENTAVANO I LOCALI ALL’APERTO SULLE RIVE. 

PANAMA: LA SUA TERRA D’ORIGINE È L’AMERICA CENTRALE E INIZIALMENTE ERA A FORMA DI CALOTTA. È INTESSUTO A MANO CON LE FOGLIE DISSECCATE DI UNA PIANTA DELLA FAMIGLIA DELLE BANANIFERE. È UN CAPPELLO MOLTO ELEGANTE, OVVIAMENTE ESTIVO. 

SOMBRERO: È UN FELTRO RIGIDO A FALDE LARGHE VOLTE ALL’INSÙ. PUÒ ESSERE ANCHE DI PAGLIA PURCHÈ RIMANGA RIGIDO E DELLA MEDESIMA FORMA. IL SUO LUOGO D’ORIGINE È IL MESSICO E IL SUO NOME DERIVA DALLO SPAGNOLO HOMBRERE (OMBRA) PROPRIO PERCHÉ È DESTINATO INNANZITUTTO A RIPARARE DAL SOLE CHI LO INDOSSA. 

STETSON: È UNA VERSIONE DEL SOMBRERO, FATTO DI FELTRO IMPERMEABILE E MENO RIGIDO DEL SUO ISPIRATORE LATINO-AMERICANO. È FORSE IL CAPPELLO PIÙ FAMOSO DELLA STORIA DEL CINEMA E ANCHE DELLA STORIA AMERICANA. DIVENNE, INFATTI, IL TIPICO CAPPELLO DEI COWBOYS, QUELLO CHE, SECONDO LA TRADIZIONE, GLI UOMINI DE WEST NON SI TOGLIEVANO MAI.